Aspetto e caratteristiche

La calopsite è un famoso pappagallo di origine australiana, il cui nome scientifico è Nymphicus hollandicus. Si tratta del secondo pappagallo più diffuso in natura e in cattività. Ha una figura snella e leggiadra ed è caratterizzato da una lunga coda. Ha una lunghezza di 30 cm circa e un peso di 100 g. La colorazione ci consente di distinguere gli esemplari maschili da quelli femminili. Negli adulti di sesso maschile il viso è di colore giallo, mentre in quelli femminili resta di colore grigio. Il piumaggio di questa specie è di colore grigio ma declinato in diverse sfumature, le guance sono rosse e una porzione di ala è di color bianco latte. La calopsite raggiunge facilmente i vent’anni di età.

Mutazioni

In commercio si trovano tante variazioni della calopsite:

  • perlato: in questo caso il pappagallo ha un piumaggio totalmente perlato. Negli esemplari maschi adulti però la perlatura scompare e la colorazione diventa quella ancestrale.
  • cannella: il piumaggio è grigio chiarissimo. Gli esemplari maschi adulti si distinguono per la mascherina di colore giallo.
  • albino: il piumaggio è di colore completamente bianco come la neve e visivamente non è possibile riconoscere gli esemplari maschili.
  • pezzato: il piumaggio è grigio e giallo e non si riconosce visivamente il sesso del pappagallo.
  • faccia bianca: in gioventù entrambi i sessi sono totalmente grigi. Con la maturità gli esemplari maschili hanno la faccia bianca.
  • lutino: ha un piumaggio completamente bianco candido con sfumature gialline.

Habitat Calopsite

La calopsite è un volatile originario delle zone interne dell’Australia. Essendo un ottimo volatore, percorre anche lunghe distanze alla ricerca di cibo e acqua. Questo pappagallo non compare nella lista CITES e quindi non occorre nessuna documentazione al momento della vendita né l’anellino di riconoscimento, poiché non è una specie a rischio.

Carattere

Per il suo carattere tranquillo e poco rumoroso, è uno dei pappagalli più diffusi, benché abbia una colorazione non accesa né accattivante. Gli esemplari di sesso femminile sono più silenziosi, quelli maschili con la maturità sessuale si esibiscono in lunghi canti e riti di corteggiamento ed imparano molte parole. Essendo di piccole dimensioni, non è pericoloso né aggressivo nemmeno con i bambini e se becca non fa molto male. Se allevato a mano, è un pappagallo socievole anche con sconosciuti. Se nella gabbia l’esemplare allevato a mano è solo, deve trascorrere un certo numero di ore fuori dalla gabbia in vostra compagnia.

Cosa mangia la Calopsite

A differenza degli altri pappagalli, nella sua dieta non compare molta frutta e verdura. Basta una piccola quantità di semi quotidiana per mantenerlo in buona salute e con un bel piumaggio. Ideale è una miscela di avena, semi di girasole o scagliola. Come alimenti premio per i giochi di abilità usare la spiga di panico. Essendo molto curioso, è molto probabile che voglia assaggiare il vostro cibo. Di tanto in tanto potete offrire ai vostri pappagalli calopsite barrette di muesli o frutta secca.

Riproduzione 

Si riproduce molto facilmente. Se si desidera far riprodurre due esemplari, devono avere almeno un anno d’età ed è preferibile la stagione primaverile. Il nido deve essere 30x30cm di base per 40cm di altezza. La cova dura 20 giorni e i cuccioli sono indipendenti dopo 2 mesi di vita. Ogni femmina può deporre 4/5 uova.

Prezzo

Il prezzo varia in base ad alcuni parametri. Se la calopsite è allevata dai genitori costa 20-40€, se allevata a mano 70-120€. Se si sceglie una mutazione, il prezzo sale.